A volte può capitare di pentirsi di aver fatto montare i pensili troppo in alto o troppo in basso. Decidere di eseguire lo spostamento dei pensili della cucina comporta un certo tipo di lavoro. Data l’esperienza che abbiamo maturato fino a questo momento, ci sentiamo di sconsigliare il fai da te, a meno che naturalmente non si sa con esattezza ciò che si sta facendo.

I pensili della cucina infatti di solito sono molto utilizzati e caricati, quindi vanno montati con la massima cura utilizzando il sistema che più si adatta alla situazione e al tipo di pensile, per garantirne la tenuta. A volte si utilizza la classica barra, altre volte è meglio installare dei ganci supplementari ecc. Anche il tipo di tassello va scelto in base al muro, ad esempio ci sono tasselli più adatti al mattone forato e quelli migliori per il pieno.

In questo caso, la parete non presentava spessori dati da piastrelle o pannelli di nessun tipo, quindi una volta decisa l’altezza dei pensili, abbiamo optato per legare insieme i moduli prima di essere tassellati alla parete, mantenuti alla giusta altezza da spessori realizzati appositamente per questo caso. In seguito abbiamo fissato i tasselli utilizzando i fori delle squadrette di metallo già installate su questi pensili. Alla composizione abbiamo aggiunnto un elemento scolapiatti come richiesto dal cliente.

Il risultato è solido e lineare.